Whatsapp ads, la pubblicità ovunque

WAI - Whatsapp ads pubblicità anche su whatsapp
Spread the love

Quante volte avete sentito/fatto questo discorso:”È incredibile,io cerco qualcosa su Google, cinque secondi dopo entro su Facebook e trovo una pubblicità a riguardo,siamo proprio spiati e bombardati da queste pubblicità!”

Molte, tante, troppe?

Mark Zuckemberg non è di certo diventato un cultore del mondo della pubblicità dopo una maratona della serie tv “Mad Men”, ma proprio per il fatto che piattaforme come Facebook e Instagram sono 100% gratuite nelle loro funzionalità, e quindi le tanto famose “ads” sono la fonte di guadagno principale che il creatore della grande F può trarre dai suoi social network.

I profili aziendali e le pubblicità

Allo stesso tempo le ads, sia su Facebook che Instagram, sono ben sostenute dalle piattaforme; infatti ambedue possiedono ottimizzazioni per l’attività nei social(es. profili aziendali) e l’app parallela dedicata alla gestione delle proprie inserzioni, “Facebook Ads Manager”, tramite la quale un utente può anche trovare spunti per le proprie campagne.

Inoltre, mettere un’inserzione sui social è completamente tracciabile per verificarne l’efficacia e modificabile in caso di insoddisfazione nel raggiungimento di potenziali clienti. Esse, quindi si dimostrano una risorsa non da poco per chiunque voglia vendere un prodotto online e decida di voler piazzare la sua “vetrina” proprio in faccia a chi potrebbe essere più interessato a comprare. E diciamocelo, anche a noi piace acquistare con un semplice “swipe up”, quindi non odiamo del tutto gli scopi commerciali di Facebook e Instagram.

E la pubblicità arriva anche su Whatsapp…(Whatsapp ads)

Adesso, tutti noi sappiamo che Zuckemberg possiede anche Whatsapp, l’icona della messaggistica istantanea, la quale ha evidenti differenze da Facebook e Instagram anche se in essa son stati implementati elementi tipicamente social come lo stato; ora però Mark sta pensando di aggiungerci anche le ads nel 2020.

Leggi anche:  How to build your Brand Identity – 3 Effective Way to start today

Alla fine del 2019 infatti, le inserzioni pubblicitarie rappresentavano 17,3 miliardi dei 17,6 miliardi di ricavo totale(poco più del 98%), quindi l’opportunità di guadagno su Whatsapp potrebbe essere davvero ghiotta.

La varietà del pubblico

L’app infatti possiede un pubblico che comprende anche persone poco avvezze ai social media, come i tanti over 60 o 70 che dovendo per forza di cosa passare ad uno smartphone, hanno anche accettato l’upgrade dagli Sms alla messaggistica istantanea, della quale Whatsapp è leader indiscusso, il che si tradurrebbe in una volontà di cercare anche un pubblico tendenzialmente più anziano per le ads.

Ma dall’altra parte,siamo sicuri che Whatsapp si possa “socializzare” ancora di più nonostante il suo scopo sia quello di ricevere e mandare messaggi più che “smanettare” o vedere offerte? Solo il tempo e un esperimento sapranno dirci la verità, per ora però il motto del nostro Mark è sempre uno:”Ads maiora semper!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *