Twitch record: 5 miliardi di ore guardate

Twitch - WAI
Spread the love

Twitch non smette mai di sorprendere. Quando si parla di views e di trend è il Re incontrastato (Twitch REcord).

Già dal primo trimestre aveva confermato il trend positivo di spettatori in forte aumento.

Questo grazie ad una proficua diversificazione della propria offerta non più rivolta interamente ad un pubblico di gamer, ma rivolta ad una piattaforma in costante rivoluzione che aveva la necessità di dire la propria anche in altri settori.

Oggi infatti tra le varie sezioni della piattaforma streaming di Amazon troviamo: talk show, ASMR e streaming di ogni genere.

Alcune categorie di twitch

I numeri di Twitch, market leader

Secondo un report prodotto da Stream Labs e Stream Hatchet, Twitch ha visto un incremento della propria “watch-base” del 62.7% in termini di ore guardate rispetto al primo trimestre del 2020. Raggiungendo quota 5 miliardi di ore guardate nel periodo Aprile-Giugno.

Questi numeri hanno permesso di consolidare il primo posto tra i servizi leader nello streaming con una quota di mercato del 67.6%.

Twitch record: Instancabili content creator

La piattaforma può fare affidamento su una community di content creator infatibile. In termini di ore “streammate” Twitch è esploso da 121.4 milioni di ore nel primo trimestre a circa 193 nel secondo.

Twitch record
Fonte: Streamlabs & Stream Hatchet

Ovviamente, la decisione di Microsoft di “spegnere” il suo servizio di streaming Mixer ha solo spianato la strada ai creator che avevano intenzione di cimentarsi in questo mondo.

Mixer andrà il 22 di luglio, secondo alcuni accordi che sembrerebbero essere nati con Facebook, un asse Zuckember-Gates darebbe una nuova casa ai vecchi streamer della piattaforma.

Twitch vs Youtube: una sfida a due?

Nel frattempo il servizio di streaming offerto da Google denominato “YouTube Gaming Live” ha incrementato il numero di ore guardate del 40% raggiungendo quota 1.5 miliardi di ore.

Sotto alcuni aspetti la crescita sembrerebbe dovuta all’acquisizione tra le propria fila di alcuni dei migliori talenti del settore dell’intrattenimento tra cui Jack “CouRage” Dunlop e Rachell “Valkyrae” Hofstetter.

Twitch Record
Streamlabs & Stream Hatchet

I nuovi talenti, i contenuti sempre freschi e la maggiore attenzione del pubblico hanno permesso alla piattaforma di streaming video di casa Google di avere un incremento delle ore guardate rispetto ai primi mesi dell’anno pari al 20%

Gli haters e i danni alla pubblicità

Recentemente Twitch ha chiesto a tutti i content creator della piattaforma di scavare tra le centinaia di migliaia di ore di streaming effettuate sulla piattaforma per eliminare/oscurare eventuali frame che infrangono le regole attuali della community di twitch.

Leggi anche:  What will be the Professional Profile of the Future

Nessun problema se non che l’attività dovrà essere svolta in modo completamente manuale dato che twitch non ha messo a disposizione uno strumento di ricerca o filtro che possa semplificare il lavoro di “scraping” da parte dei creator.

Inoltre, tra le varie accuse che gli sono state mosse recentemente c’è quella di non sapere difendere i membri della propria community da comportamenti ed atti offensivi mossi dagli iscritti. Essendo una piattaforma totalmente video-based il content creator si espone direttamente a centinaia di utenti che hanno la possibilità di commentare qualsiasi cosa dall’aspetto fisico al modo di essere.

Tutto questo odio che nasce e si auto-alimenta sulla piattaforma fa sì che anche l’industria pubblicitaria che dovrebbe sostenere Twitch (che ricordiamo ha una market share pari al 67%) tenda ad allontanarsi da questa senza richiedere degli spazi pubblicitari.

Ovviamente, nessun Chief Marketing Officer vorrebbe che tra un insulto ed un altro compaia il proprio messaggio pubblicitario.

Il futuro dell’adv online e l’odio

Quest’ultimo punto si collega direttamente alla decisione di Unilever, Cocacola, Pfizer ed oltre 400 grandi aziende del settore che hanno deciso di non effettuare per 1 mese investimenti pubblicitari sui social network di casa Facebook.

La comunicazione tra esseri umani sembra tornare ad un livello su cui a farla da padrona ci siano l’uguaglianza ed il rispetto reciproco. Sicuramente il ritorno d’immagine di brand come Coca-cola dopo una presa di posizione del genere non può che rafforzarsi, per cui possiamo considerare questa stessa presa di posizione una campagna di marketing a sè stante.

Conclusione

Si può tranquillamente affermare che il trend sia riflesso di quello che accade nella società. Le persone tendono sempre di più ad allontanarsi dalla televisione.

Questo li spinge a sperimentare un nuovo mondo dell’intrattenimento sia live che on-demand orientandosi verso le nuove piattaforme di streaming.

La qualità dei contenuti e la facilità di accesso permettono a tutti di formarsi e crearsi delle idee.

Allo stesso tempo permettono ai creator di far sentire la propria voce anche divulgando idee fuori dal coro.

Probabilmente in un futuro, purtroppo ormai prossimo, assisteremo ad una riduzione della libertà sulle piattaforme.

Quando la guerra tra piattaforme streaming si inasprirà assisteremo probabilmente ad una riduzione della libertà di parola ed un taglio degli streaming a reti unificate.

Se ti è piaciuto il nostro articolo sui Twitch Record continua a leggere il nostro blog per essere informato sulle ultime novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *