Millenials consapevoli: costruisci il futuro un post alla volta.

Spread the love

Se ti dico “imprenditrice digitale”, a chi pensi?

Chiara Ferragni

Lei è un ottimo esempio di studentessa ambiziosa.
Si, perchè Chiara Ferragni ha iniziato cosi, all’università e non veniva nemmeno presa sul serio.
Per fortuna, i tempi sono passati e, anche se il fashion blogger non è la strada per tutti,
il digitale e i social hanno creato nuove opportunità.

Oggi, in società dove la meritocrazia rimane un miraggio, con professori saccenti ed esami su esami..la speranza di uno studente risiede.. nelle conoscenze giuste.

Che ti aspettavi? la realtà è una. Ma qui non troverai l’email di Zuckerberg o del Ceo della startup del momento.
Siamo qui, per costruircele da soli, le conoscenze e il nostro futuro.

Ecco dunque, il primo “Perchè avere un profilo linkedin?” !

Perchè proprio linkedin?
Gli studenti d’oggi sono, per la maggior parte, nati con Google e Facebook.
Abituati a selfie sul mare, stories e post della zia in bacheca, l’idea di un social pensato per il lavoro sembra lontano dalle nostre corde. Siamo studenti con la vita scandita da lezioni, libri e materie di cui non si capisce bene l’utilità pratica.
Linkedin è passato un po’ in sordina, vedendolo come “qualcosa che mi servirà quando cercherò lavoro”.
Purtroppo, il social in cravatta, non ha ancora la funzione di spammare il nostro CV a tutti gli iscritti.
Le sue potenzialità sono altre, anche più utili dello spam dell’ultimo minuto.

Tuttavia, essere su linkedin non garantisce agganci e successi.
Serve consapevolezza e ci si renderà subito conto di quanto un post o un commento giusto possano svoltare la situazione.

Ecco 10 consigli per gli studenti su linkedin

1) Compila le aree del profilo con consocenze ed esperienze, in linea col lavoro cui ambisci. Se vuoi diventare un ingegniere edile, aver fatto gli scout si può inserire ma non è quello su cui dovresti focalizzarti.
Questo ti aiuterà a trovare e farti trovare da profili in linea, magari mentori o persone autorevoli nel tuo campo, da cui prendere spunto e conversare sotto i post. Qui non siamo né al liceo, né all’università.. non ci sono conflitti! Già, nemmeno tra ingegnieri e architetti!

2)Non siamo su facebook, non si inviano “richieste di amicizia” ma di contatto. Evita di aggiungere alla lista, la maestra delle medie solo per fare numero. Scegli soggetti interessanti, perchè saranno loro a riempire la tua home di notizie ed eventi.
Ricorda di aggiungere sempre una breve presentazione e il motivo per cui mandi la richiesta.
Perfino ai dirigenti delle aziende fa piacere essere di ispirazione a un giovane studente d’economia o quel che sia.
E chissà, magari un giorno sarà lui a notare un tuo post, apprezzarti ed assumerti!

3)Non sei un fantasma, aprire un profilo solo per guardare gli eventi delle aziende non vale.
La chiave, per Linkedin, sta nella presenza DI VALORE, cioè nei contenuti che un profilo fornisce alla community. Questi possono essere articoli, video, foto.. non importa!
Infatti, l’algoritmo del social si distingue dalla concorrenza non puntando al tempo di permanenza online, ma sulle interazioni del post che possono continuare a crescere anche dopo 3 giorni.

Leggi anche:  Cosa fanno i migliori Instagrammers che tu non fai

4)Non serve la foto della laurea, il tuo titolo l’avrai già inserito nell’apposita sezione.
La foto profilo è come ciò che vedrebbe il datore di lavoro al primo colloquio: semplice ma professionale.
Accompagnando il tutto con una biografia breve ed incisiva, che mostra chi sei e cosa vuoi diventare, non potrà che essere un buon punto di partenza.

5) No Spam, si SEO. Cos’è? L’ottimizzazione per i motori di ricerca, che però non vale solo per i siti web.
Infatti Linkedin, ha un tool per la ricerca particolare: un mini-google interno.
Cercando “content manager”, ad esempio, si vedranno, come risultati, tutti quei profili dove è ripetuta quella parola e argomento.
Ecco perchè è molto importante scrivere con parole chiave che rimandino al proprio ruolo lavorativo.

6) Qualche collega è su linkedin? Lasciagli una recensione!
Soprattutto se sincera, spingerà a ricambiare. Le recensioni sono l’ideale per arricchire il tuo profilo, rendendolo autentico e personale. Inoltre è un buon modo per ritrovare legami con ex colleghi, non si sa mai dove possono essere arrivati i vecchi amici!

7) Usa un linguaggio adeguato. Ciò non vuol dire strafare con tecnicismi, se non sono nel nostro stile comunicativo.
Parla di ciò che ti appassiona, chiamando le cose col loro nome. Evita sicuramente abbreviazioni, slang ed errori grammaticali.

8) Interagisci, regola aurea di ogni social, qui diventa fondamentale! Commenta e argomenta sotto i post che ti interessano, aggiungendo valore. Gli scambi con la community ti daranno autorevolezza e potrai sempre insegnare qualcosa a qualcuno o impararla a tua volta. Inoltre, non sai mai chi starà leggendo quel commento, e a fare colpo ci vuole davvero poco in un social che conta 575 milioni di utenti.

9) Ricordati che sempre più aziende, prima di fare un colloquio, cercano il candidato online! Cura il tuo brand, mostrandoti come vorresti che l’azienda ti vedesse.

10) Hai una band? Un canale dove mostri i tuoi hobby? Inserisci il link nel profilo, fa sempre piacere scoprire il lato umano delle persone! E chissà, forse troverai nuovi contatti anche per quell’ambito!

Sei già corso ad iscriverti o a cambiare foto profilo? Bene!
Noi ti aspettiamo sui nostri canali, compreso linkedin, per crescere insieme nel lavoro e nelle nostre passioni!

One thought on “Millenials consapevoli: costruisci il futuro un post alla volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *