SOTTO LA SUPERFICIE DEL WEB: i lati oscuri di internet

Spread the love

L’uomo è da sempre stato attratto dall’orrido e dall’ignoto, curiosità che nel corso degli anni hanno raggiunto livelli di audience molto elevati. Numerosi sono i luoghi da brivido giornalmente visitati: dai manicomi abbandonati ai cimiteri spaventosi.
Non esistono però solo luoghi fisici che causano brividi di paura lungo la schiena, bensì anche virtuali, un esempio è il Dark Web. Vediamo di chiarire le idee su questo argomento.

La rete internet è costituita da tre aree principali: il Surface Web, il Deep Web ed il Dark Web.

Surface Web

Il Surface Web è la parte di web che si trova sui più comuni motori di ricerca, come Google, Yahoo ed ecc.
Rappresenta solo il 4% dell’intera rete:
sarà forse questo il motivo per cui spesso diciamo di non riuscire mai a trovare quello che stiamo cercando online? Molto Probabilmente si.

surface web

Deep Web

Il Deep Web, conosciuto anche come “web invisibile” ed erroneamente ritenuto sinonimo del Dark Web, rappresenta tutta quella parte del web che non può essere identificata dai motori di ricerca.
Esso incorpora circa il 90% di tutto il web e contiene informazioni private, che vanno: dalle pagine aziendali o governative ad uso interno, ai siti di home banking, fino alle foto private sui social.
Tranquilli buona parte del Deep Web è in realtà innocua anche se è comune pensare il contrario.

Dark Web

Se il Deep Web è ritenuto abbastanza tranquillo, non possiamo dire lo stesso invece per il Dark Web.
Esso rappresenta una piccola frazione persino più privata del Deep Web ed è accessibile solo attraverso software e autorizzazioni specifiche come TOR (the Onion Router). Il suo nome non fa sicuramente pensare ad un luogo sicuro e caloroso, e infatti al proprio interno non mancano contenuti illegali, come:

  • traffico di organi,
  • scambio di droghe e armi,
  • stupri e torture su richiesta ecc.

Insomma, non è per niente un luogo dove andare a spasso.
Nonostante questo, vi è un mito da sfatare: la criminalità nel Dark Web trova un terreno fertile, però si trovano anche contenuti non pericolosi.
Sapevate che il Dark Web possiede persino una Wikipedia tutta sua?
E’ la Hidden Wiki (wiki nascosta) dove ovviamente l’anonimato è sempre presente.

struttura del web in internet, deep web e dark web

New York Times sul Dark Web

Non tutti sanno che persino il famosissimo quotidiano americano “New York Times” possiede un proprio sito nel Dark Web, il motivo? Garantire la privacy dei propri lettori e giornalisti.

Leggi anche:  How to Get Organized at Work before Taking a Vacation

La missione è quella di garantire qualità e giornalismo indipendente lasciando largo spazio a segnalazioni anonime, rafforzando maggiormente il rapporto tra il giornalismo e la sicurezza informatica.
Una buona idea per potersi esprimere senza strumenti di repressione da parte di determinati governi.

Social media nel Dark Web

Pensereste mai che in un luogo come il Dark Web, dove l’anonimato è praticamente la norma, si possano trovare anche i Social Network? Ebbene .

I motivi sono diversi, ad esempio: poterli utilizzare senza avere un’invasione della privacy, anche se non ne siamo tanto sicuri.. Parliamo sempre di un luogo in cui c’è da stare particolarmente attenti con i dati personali.
I “dark social” sono utili, invece, in luoghi dove il governo ha vietato l’utilizzo dei tradizionali.
Un esempio di Social Network presente sul Dark Web è il rinomato Facebook, ma non solo.

DEEP TIKTOK

Tutti conoscono TikTok, il social network che ha ‘’sfruttato’’ la pandemia per fondare le sue basi!
Non tutti, però, sono a conoscenza dell’Alt TikTok e del più recente ‘’Deep TikTok’’.

  • Il primo è la versione alternativa dello “Straight TikTok”, quello relativo ai trend dei balletti per intenderci. L’Alt TikTok rifiuta l’estetica dei trend mainstream e predilige invece contenuti: punk, emo, artistici ecc.
  • Dall’altra parte abbiamo il “Deep TikTok” con contenuti ancora più strani, come video estremamente colorati con suoni particolarmente fastidiosi o video raffiguranti rane o fagioli, strano vero?

Come il Web presenta tre componenti, strettamente connessi tra di loro e gradualmente sempre più bizzarri lo stesso vale per TikTok, che va dai contenuti più alla moda, accessibili a tutti, a quelli più oscuri e particolari.

Speriamo di avervi incuriosito con questo nuovo articolo, non per spronarvi verso il lato oscuro del Web, ma per capire che spesso si sottovaluta lo scenario del web!
Noi rimaniamo nel “Surface Web”, a darti uno spiraglio sicuro ed educativo sul resto..
anche se un giretto su Hidden Wiki lo faremo!

Di “Dark”, consigliamo la serie Netflix: buona visione e a presto con i nuovi articoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *