Facebook. Un Centro per la Salute Emotiva sui social.

facebook globale
Spread the love

Facebook ha di recente attivato una serie di iniziative per supportare quanti – in questo periodo di isolamento forzato causa pandemia – sentano il bisogno di un sostegno psicologico. Il Centro per la Salute Emotiva è stato realizzato in collaborazione con le principali autorità in materia di salute mentale. È accessibile a tutti, su scala globale, ma grazie alla geolocalizzazione fornisce informazioni dagli organi di salute mentale locali. Ecco come i social si mobilitano per il sociale in un periodo di crisi che non è solo sanitaria ed economica, ma anche emotiva.

Il lockdown e l’isolamento

isolamento

La rapida diffusione del coronavirus e l’assenza di una cura ci ha costretti sin dallo scorso inverno al distanziamento e al diradarsi di ogni contatto sociale. Distanziamento che per molti si è tradotto in vero e proprio isolamento. Forzato dal lockdown e dallo smart working, ma isolamento anche ricercato per l’ansia da contagio, con conseguente evitamento sociale. Il Ministero della Salute in Italia si era già mobilitato lo scorso aprile attivando – in collaborazione con TIM – il numero verde di supporto psicologico 800.833.833 per fronteggiare l’emergenza anche dal punto di vista emotivo. Il Centro per la Salute Emotiva di Facebook nasce con lo stesso obiettivo, ma con raggio d’azione ben più ampio, proponendosi di superare le barriere geografiche e di fornire sostegno per ogni genere di disagio psicologico su tutti i canali disponibili.

Facebook: restiamo connessi

connessi

Facebook – il social network che ci connette virtualmente dal 2008 – ci invita a restare connessi. Non solo tra noi, ma anche con la realtà, con la società e con la nostra salute mentale. Per rendere possibile e globalmente disponibile tali connessioni, ha attivato il Centro per la Salute Emotiva. Si tratta di una serie di servizi di assistenza diversificati e accessibili da tutti i suoi canali social, inclusi i servizi di messaggistica WhatsApp e Messenger.

Il Centro per la Salute Emotiva sui social

salute emotiva facebook
Fonte: Facebook – Salute Emotiva

Il Centro per la Salute Emotiva di Facebook nasce con l’intento di offrire un valido sostegno psicologico in un periodo di forte isolamento sociale, non solo per far fronte al senso di ansia e solitudine causati dal Covid-19, ma per tutelare la salute mentale ed emotiva da ogni genere di disagio. Ecco i servizi resi disponibili sui diversi canali Facebook:

  • Salute Emotiva” è la pagina Facebook – nella versione italiana – per richiedere supporto emotivo per se stessi o per amici in difficoltà
  • Con la parola breathe – in italiano respira – si apre invece la chat WhatsApp con la World Health Organization mirata alla riduzione dello stress e alla promozione della salute mentale
  • È inoltre possibile contattare via Messenger Crisis Text Line, il servizio di counseling USA che offre sostegno per prevenire il suicidio e l’autolesionismo
  • Su Instagram, infine, è possibile seguire i consigli per la salute emotiva forniti da diverse organizzazioni. The Jed Foundation, ad esempio, si propone di fornire una guida all’uso dei social per teenagers.
Leggi anche:  Build A Good Network: Learn with 7 Tips

Facebook. Una risposta dei social alle accuse di essere nocivi per la salute mentale?

Jed Foundation instagram
Fonte: Instagram – @jedfoundation

Il Centro per la Salute Emotiva è frutto della collaborazione tra Facebook e The Aspen Institute. Alla base di questa collaborazione si pone un progetto di ricerca volto a comprendere le connessioni tra solitudine, legami sociali, tecnologia e salute mentale. Sul primo report pubblicato sul sito dell’istituto, gli studiosi sostengono che non ci sono prove ad indicare che i livelli di solitudine siano aumentati a livello globale durante la pandemia. Dichiarano inoltre che l’impatto dei social media sulla solitudine richiede studi più approfonditi. Studi che evidentemente si propongono di rispondere alle precedenti ricerche che sostengono, al contrario, gli effetti negativi dei social media sulla salute mentale. Ne è un esempio il report realizzato dalla Royal Society for Public Health in collaborazione con Young Health Movement. Un progetto – quello di Facebook – intenzionato a intervenire su più livelli. Infatti, il fine ultimo di tale ricerca sembrerebbe essere la realizzazione di nuove tecnologie per i social media. Tecnologie che non siano nocive per la salute mentale e che anzi promuovano il benessere emotivo e i legami sociali positivi.

I social media sono dannosi per la salute mentale oppure no? Tu cosa ne pensi? Diccelo nei commenti.

One thought on “Facebook. Un Centro per la Salute Emotiva sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *