E-commerce. 5 consigli per avere successo

e-commerce
Spread the love

Aprire un e-commerce al giorno d’oggi non è soltanto utile, è anzi necessario per far sopravvivere la propria attività, già messa in pericolo da gravi perdite e incertezze. Ed è anche la scelta più saggia e lungimirante per chi vuole, al contrario, avviare un’attività commerciale nei prossimi mesi. Vendere online ha senz’altro i suoi vantaggi, sia dal punto di vista delle spese che un e-commerce comporta rispetto al negozio fisico sia per quanto riguarda la possibilità di raggiungere un maggior numero di clienti. Accanto ai tanti vantaggi, però, ci sono anche dei rischi, è inutile negarlo. Leggi i nostri 5 consigli per evitare errori e avere un e-commerce di successo.

I rischi dell’e-commerce

rischi e-commerce

Tra i rischi più comuni c’è quello di non essere trovati. Il tuo potrà anche essere l’e-commerce con il design più moderno, ben organizzato e ricco di prodotti di qualità, ma se i consumatori non lo trovano avrai solo sprecato tempo e denaro.

Un secondo rischio ed errore spesso riscontrato negli e-commerce è il non tenere conto della UX (User eXperience), rendendo difficoltoso il processo di ricerca e acquisto dei prodotti.

Non fidelizzare i clienti non è solo un rischio, ma è anche spesso causa di fallimento degli e-commerce.

Un altro rischio è quello di non offrire un servizio clienti che sopperisca alla mancanza di interazione tra acquirente e addetto alle vendite.

Infine, non meno importante è il rischio di non conoscere le abitudini di acquisto online degli utenti.

Consigli per un e-commerce di successo

Consiglio #1

L’e-commerce è prima di tutto un sito web, quindi è fondamentale lavorare sulla SEO e la ricercabilità. Bisogna prima farsi trovare da Google per farsi trovare dagli utenti. Se non sai come fare, scarica gratuitamente la nostra guida SEO e leggi l’articolo SEO. Cinque errori da evitare.

Consiglio #2

competitor

Un altro step necessario in questa fase è differenziarti dai competitor, lavorando sia sulla tua offerta che sulle prestazioni del tuo e-commerce. Dovrai perciò fare un’analisi della concorrenza, cercare le lacune dei tuoi competitor e colmarle col tuo e-commerce.

Leggi anche:  Co-marketing. Collaborazione di lusso tra Acqua Fiuggi e Lufthansa

Consiglio #3

Inoltre, dovrai promuovere il tuo e-commerce attraverso una strategia di inbound marketing, che quindi comprenda anche SMM e SEM.

Consiglio #4

shopping e-commerce

I clienti vogliono sentirsi speciali. Vanno seguiti nelle diverse fasi d’acquisto – come faresti in un negozio fisico – e premiati per la loro fedeltà. Dovrai dunque dar loro motivo di effettuare ulteriori acquisti. I loyalty program ti aiuteranno a conseguire questo risultato.

Consiglio #5

Se i clienti ti contattano sui social, nel 76% dei casi ti stanno chiedendo assistenza. Rispondi, sempre – anche alle critiche – e velocemente. Contribuirà a migliorare l’online reputation aziendale e a mantenere aperto un canale di comunicazione tra la tua attività e i tuoi clienti. Voi saperne di più? Leggi l’articolo Social customer service.

E-commerce bonus tips

Quante volte hai abbandonato un sito perché mal strutturato o perché lento nel caricamento? Se non vuoi che questo accada al tuo e-commerce, dovrai lavorare sulla sua architettura e sui suoi contenuti. Offri una UX eccezionale, guidando gli utenti dalla home al carrello. Infine, monitora periodicamente le performance del tuo e-commerce e l’interazione degli utenti con esso.

Hai fretta di aprire il tuo negozio online e non ha tempo per imparare come? Affidati a chi già sa come fare, richiedi una consulenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *