Digital Transformation per le PMI. Come avviarla

Digital Transformation per le PMI. Come avviarla

Novembre 26, 2020 0 Di Erica Presta
Spread the love
Reading time: 4 minuti

Le PMI italiane con un modello di business tradizionale – ovvero non digitale – oggi si trovano davanti a un bivio: mantenere l’attuale organizzazione o avviare una digital transformation? Attenzione però, avere un sito web non è sinonimo di conversione al digitale. La digital transformation coinvolge tutto il modello di business, dall’organizzazione dei processi agli strumenti adottati. E’, appunto, una trasformazione. In questo articolo ti mostrerò le differenze tra modello tradizionale e modello digitale e ti spiegherò come avviare la digital transformation.

I limiti del modello di business tradizionale

business plan

Sia nel caso di un’attività commerciale che di una società di servizi, il modello tradizionale prevede un’organizzazione rigida dei processi aziendali, basata su una strategia studiata a tavolino e poi messa in pratica alla lettera. Così, ad esempio, se la tua è un’agenzia di viaggi, i clienti si recano da te per acquistare pacchetti vacanze, biglietti arerei e ferroviari, eccetera. Naturalmente avrai attivato partnership con le compagnie per le quali fai il servizio di biglietteria e convenzioni per coperture assicurative di viaggio. Poi arrivano Skyscanner, Trivago, Booking e via dicendo, e vedi la tua clientela diradarsi ogni giorno che passa. Quindi attivi promozioni, distribuisci volantini, attivi nuove partnership, ma non ottieni risultati. E intanto continui a pagare le spese dei locali, quelle amministrative e magari ti trovi costretto anche a tagliare le risorse. Ecco che stai subendo le conseguenze della digital disruption, ovvero quel cambiamento che si verifica quando nuove tecnologie e modelli di business influenzano il valore di beni e servizi esistenti.

Che cos’è la digital transformation?

digital transformation

La digital transformation è il cambiamento culturale, organizzativo e operativo di un’impresa, attuato attraverso l’integrazione di tecnologie, processi e competenze digitali su tutti i livelli, in maniera strategica e graduale. È la strada da percorrere per sopravvivere al processo di selezione “naturale” o, meglio, al darwinismo digitale (leggi anche Coronavirus. Rinnovarsi per sopravvivere). Il mondo è in piena evoluzione e ogni cambiamento avviene su scala globale. Inoltre, il ritmo stesso del cambiamento è in accelerazione. Ma troppo spesso a questa accelerazione non corrisponde una risposta altrettanto rapida da parte delle aziende, che quindi non riescono a soddisfare le aspettative dei clienti e le richieste di business. In Italia, in particolare, questa incapacità di molte aziende di riconfigurarsi sta creando un gap con altre economie europee e internazionali, tanto da richiedere una spinta da parte del governo alla digitalizzazione. Basti pensare alle recenti manovre per rendere obbligatori PEC e SPID e agli incentivi del Ministero per lo Sviluppo Economico per avviare la digital transformation.

Leggi anche:  Startup e turismo. L’ultima frontiera è Bari in realtà aumentata

I benefici della digital transformation

Coinvolgendo l’organizzazione e la struttura aziendale su tutti i livelli, la digital transformation offre numerosi benefici, dall’ottimizzazione gestionale – in termini di processi e risorse – all’abbattimento dei costi. Avviando questa trasformazione, la tua azienda beneficerà di:

  • maggiore flessibilità e velocità di gestione (produzione, logistica, vendite, customer care…)
  • riduzione dei costi operativi
  • semplificazione dei flussi informativi
  • valorizzazione delle risorse umane
  • maggiore visibilità e competitività
  • automazione dei processi complessi.

Come avviare la digital transformation

digitalizzazione

Per avviare la digital transformation non basta aprire un sito web o un e-commerce. Bisogna, innanzitutto, ideare una digital strategy volta a ridefinire l’intero modello di business. Non ne esiste una valida per tutte le aziende. Per ogni impresa bisogna considerare molteplici fattori, quali tipo di attività, organigramma, geolocalizzazione, clienti e competitor. Una digital strategy, infatti, agisce su:

  • la definizione di un modello di business digitale
  • l’integrazione di tecnologie digitali (cloud, AI, robotica, reti, hardware e software)
  • la formazione delle risorse umane per l’acquisizione delle competenze digitali
  • lo sviluppo di un nuovo customer relationship management
  • l’automazione dei sistemi
  • l’analisi dei Big Data
  • la strategia di marketing digitale.

Sì, abbiamo messo tanta carne al fuoco e questo può spaventare, soprattutto se ci si addentra in un mondo completamente al di fuori della propria comfort zone. Ma niente paura! Ti guideremo passo passo alla digitalizzazione della tua azienda, definendo la digital strategy più adatta al tuo business. Contattaci per avere maggiori informazioni.