Amazon Pharmacy: la rivoluzione del settore farmaceutico

Amazon Pharmacy: la rivoluzione del settore farmaceutico

Gennaio 14, 2021 0 Di Stefania Spampinato
Spread the love
Reading time: 4 minuti

Il colosso dell’e-commerce di Jeff Bezos continua a far parlare di sé grazie alla recente notizia della nascita di un nuovo importante servizio. “Pharmacy” è l’ultima trovata che pone Amazon ancora più centrale nel mercato. L’azienda statunitense, lo scorso 17 novembre, ha lanciato il nuovo portale negli Stati Uniti: ora i clienti potranno acquistare farmaci e medicinali, sia da banco che con prescrizione medica, ricevendoli comodamente a casa.

Come funziona Amazon Pharmacy?

Il servizio è riservato ai soli clienti maggiorenni e attualmente è disponibile soltanto in territorio statunitense. Ecco come puoi acquistare i farmaci:

  • Accedi alla piattaforma e crea il tuo profilo. Ti verranno richiesti degli appositi dati sensibili: informazioni sanitarie sullo stato di salute e sui farmaci solitamente utilizzati, oltre a informazioni relative all’assicurazione sanitaria. 
  • Dopo aver completato il quadro clinico, se richiesta, bisognerà caricare online la prescrizione del medico curante; a tal proposito, i clienti possono:
    – chiedere a quest’ultimo di inviare la ricetta direttamente ad Amazon, rendendo così più snella la procedura;
    – nel caso non dispongano della prescrizione, Amazon stesso potrà fungere da intermediario e richiederla al medico.
  • Infine potrai effettuare il tuo ordine e i farmaci ti verranno consegnati nel giro di pochi giorni: 1-2 nel caso di utenti “Prime”.

Le origini e il futuro di Amazon Pharmacy

Già nel 2018, Bezos acquistò per 750 milioni di dollari la startup PillPack creando il servizio “PillPack by Amazon Pharmacy” – tuttora attivo. All’inizio, la piattaforma era dedicata alla consegna di farmaci a chi soffre di malattie croniche. Alla sua uscita, i titoli delle case farmaceutiche americane sono crollati, così come accadde nel 2017 nel settore alimentare, acquistando la catena Whole Food. Ciò sancì già il successo della nuova piattaforma che oggi viene ampliata. La nuova Amazon Pharmacy arriva in un periodo strategico: i consumatori, costretti dalla pandemia, hanno preso l’abitudine di compiere gran parte dei propri acquisti online!
Quindi, se finora l’acquisto di medicinali sul web non aveva raccolto pareri molto favorevoli, i prezzi ridotti e le numerose agevolazioni che accompagnano la nuova Amazon Pharmacy, potrebbero adesso rappresentare il punto di svolta.

Amazon Pharmacy com'è nata

I vantaggi delle nuova Pharmacy

Essendo ad oggi presente solo in USA, Amazon Pharmacy deve tenere conto dell’assicurazione sanitaria e proprio da questa trae spunto per un’offerta allettante: gli abbonati Prime, senza assicurazione, avranno degli sconti fino all’80% per i farmaci generici e al 40% per gli altri! Rimane inoltre invariato il servizio di consegna gratuita a cui si aggiunge un’ulteriore scontistica per la spesa presso oltre 50mila farmacie. Che dire, una forte concorrenza nel mercato farmaceutico d’oltre oceano!

Leggi anche:  Twitch record: 5 miliardi di ore guardate

Amazon si è impegnato a progettare una customer experience efficiente:

  • da un lato consentendo ai clienti di vedere in anteprima il prezzo dei farmaci – con e senza copertura assicurativa – di accedere ai dettagli delle prescrizioni e di scegliere tra diversi sistemi di pagamento;
  • dall’altro, fornendo assistenza h24, con dei farmacisti pronti a rispondere a dubbi e richieste dei clienti relativi ai farmaci, in tempi rapidi.

Trattamento dati: come Amazon Pharmacy tutela il cliente?

Amazon ha dichiarato che i dati clinici, le condizioni mediche e le informazioni sull’assicurazione sanitaria non saranno divulgate senza consenso esplicito del cliente. Man mano che aggiornerai il tuo profilo “paziente”, infatti, saranno i farmacisti stessi a monitorare le informazioni per verificare che il quadro clinico non venga danneggiato dalla combinazione dei farmaci.

Pharmacy si preoccupa anche della discrezione, infatti ha precisato di utilizzare pacchi “discreti”– molto simili ai classici scatoloni marroni – per rispettare la privacy del cliente. Rimane garantito il servizio di tracciamento per essere sempre aggiornati sullo stato della spedizione.

Amazon Pharmacy trattamento dati

Le premesse fanno pensare ad un altro colpo messo a segno da Bezos, dunque sarà interessante vedere se Pharmacy riscuoterà negli USA un successo tale da far decidere ad Amazon di replicare il modello anche in Europa. Conoscevi questo nuovo servizio firmato Amazon? Chissà come reagirebbero gli italiani all’arrivo di questa rivoluzione. Tu cosa ne pensi? Facci sapere la tua opinione!