Yubo, il social ads free per fare amicizia

Si chiama Yubo il nuovo social network che sta conquistando la Generazione Z. Arriva dalla Francia e, ad oggi, conta oltre 40 milioni di iscritti. Un nuovo social network: ne avevamo bisogno? C’è chi pensa di sì e, infatti, Yubo ha completato la sua terza fase di raccolta fondi, ottenendo 47,5 milioni di dollari. Di recente abbiamo parlato di Telepath, altro social che sta trovando ampi consensi. Vediamo, adesso, più da vicino cos’è Yubo e come funziona.

Cos’è Yubo

Yubo
Fonte: Yubo

Nata del 2015 con il nome di Yellow ad opera di tre studenti francesi, oggi è un’app per fare nuove amicizie. Basata su un algoritmo molto simile a quello di Tinder, permette di conoscere nuove persone attraverso il meccanismo dello swipe. Yubo è, inoltre, un social interest-based: ospita stanze che corrispondono ad argomenti di interesse, nelle quali è possibile interagire con gli altri utenti e con gli streamer (massimo 10 per stanza), alla stessa stregua di Twitch.

Come funziona Yubo

Yubo permette ai suoi utenti di incontrarsi in base alla posizione geografica e, con la funzione swipe, di accettare o rifiutare la richiesta di contatto. Gli utenti, inoltre, possono filtrare le dirette streaming per area geografica, includendo tutto il mondo o scegliendo una nazione specifica. Molto popolare nei paesi anglosassoni, Yubo è attualmente disponibile in 16 lingue, italiano incluso.

Trova le differenze

Yubo social network
Fonte: Yubo

Non si possono seguire profili né mettere like e cuoricini. È un social pensato per fare nuove amicizie e per condividere interessi. Più vicino al concetto di forum – e forse di pen pal anni ’80 – che di social network ai quali siamo abituati. Pensato per la Generazione Z, ovvero ragazzi dai 13 ai 25 anni, non guadagna sull’advertising. Yubo è un social ads free che guadagna sugli acquisti in app. Gli utenti possono, infatti, acquistare funzionalità aggiuntive o sottoscrivere un piano premium per dare più visibilità al proprio profilo.

Possibili sviluppi commerciali

Con la Generazione Z abbiamo assistito a un’ampia diffusione di fashion victim, streamer, gamer, vlogger e così via. Pertanto, Yubo è un social “confezionato” per questo target, sia nelle sue funzionalità che nella scelta degli acquisti in app. Non è al momento possibile creare un profilo aziendale, ma – poiché focalizzato su persone e interessi – potrebbe rivelarsi terreno fertile per alcune libere professioni (leggi anche Personal Trainer). Inoltre, gli acquisti in app potrebbero dar luogo a collaborazioni con altre aziende sia per implementare il social che la vendita di prodotti e servizi (per approfondire, Co-marketing e Collaborazioni vincenti).

Aspettative vs. Realtà

schermate Yubo
Fonte: Yubo

Per testarne le funzioni, ho scaricato l’app e creato il mio profilo. Tuttavia, non mi mostra né live né altri utenti. Al contrario, mi restituisce il messaggio “Nessun profilo nel tuo paese…”. Sembrerebbe che io sia la prima e unica italiana ad essersi registrata! Ma non tiriamo conclusioni affrettate. Avevi mai sentito parlare di Yubo prima d’ora? No? Il fatto che non sia ancora popolare in Italia è solo una buona notizia. Gli early birds avranno meno “concorrenza” per le live streaming e inizieranno sin da subito ad avere il proprio seguito.